– Unicità,
competenza e
sperimentazione.
Da sempre i
valori Amedei.

Qualità senza compromessi.

Nel 1990 Cecilia Tessieri - con il sostegno dall’intera famiglia, compresa la nonna materna, il cui cognome è, appunto, Amedei - decide di dedicarsi alla straordinaria avventura che la porterà a scoprire tutti i preziosi segreti del cioccolato. L’attività inizia con la produzione di praline in un piccolo laboratorio di 45 metri quadrati e con un solo dipendente. Ma la perfezione è ancora lontana: “Il cioccolato veniva acquistato da altri e non c’era molto di nostro nel prodotto” ricorda Cecilia Tessieri. Nasce così l’idea di esplorare paesi lontani alla ricerca di un cacao unico, ovunque si cotivino varietà di cacao che hanno mantenuto il carattere aromatico proprio del territorio a cui appartengono.

Amedei da allora scopre e valorizza nei luoghi più remoti del pianeta i semi di cacao più rari, pregiati e profumati allo scopo di liberarli poi in preziose creazioni. Cecilia nel frattempo è diventata maître chocolatier, dopo un lungo apprendistato in Francia, Belgio e Germania. Vengono recuperati, in giro per l’Europa, antichi macchinari, alcuni dei quali risalgono alla fine del 1800, altri al primo dopoguerra, i quali convivono oggi alla perfezione con nuove macchine. In azienda vengono sperimentati metodi di lavoro e di ricerca innovativi, miscelando cacao e competenza così da rivoluzionare il modo di creare cioccolato.

Così, dopo sette anni dall’iniziale decisione di intraprendere l’avventura del cioccolato, nel 1998 arrivano sul mercato le prime tavolette a marchio Amedei. Da allora il sogno Amedei è divenuto realtà.

I Premi